E’ sempre un filo che ci tiene legati.
 Alle parole, alle persone, alla vita.
Utilizziamo allora fili più grossi,
per essere certi che non si spezzino.
Fili più forti,
per non dover fare nodi.
Fili più morbidi,
per essere avvolti da certezze.
Fili colorati,
per poterne osservare le sfumature.
Fili profumati,
per non dimenticarne l’essenza.
Fili diversi,
per capirne le differenze.
 Stiamo attenti a non aggrovigliarli.
Non facciamo matasse pieni nodi ed ingarbugli,
cerchiamo di avvolgere gomitoli scorrevoli.

… e per questo Natale al VERDE,
regaliamo abbracci d’intrecci.
Costano poco e scaldano il cuore!
Questo post partecipa all’iniziativa promossa da Aboutgarden, L’ortodimichelle e GiatoSalò
In linea con il periodo che stiamo vivendo, la creatività è di scena con le inedite e originali proposte di tanti blogger per un progetto davvero al passo con i tempi!
partecipano con me:


Puoi sfogliare e pinnare tutte le immagini dell’iniziativa
nella board dedicata al Natale al VERDE
 
            Gianly