Odio la tovaglia in plastica, tranne quella in PVC di fiorirà un giardino.

Evoca vecchi ricordi, corredi d’altri tempi,
 biancheria stesa al sole fermata da mollette da bucato in legno, andamenti lenti.

Rivedo la mia nonna Lidia con in mano un piccolo uncinetto
 e il gomitolo di cotone bianco candido appoggiato in grembo.
Lei lo faceva ovunque!
Sulla sedia, sui muretti dell’oratorio, sulle panchine del lungolago,
sui sassi della spiaggia della Canottieri
e le sere d’inverno impettita sul divano.
Ogni tanto alzava gli occhi per dare una controllatina a noi bambini,
ma con le sue labbra disegnate
 contava i punti, i giri e gli aumenti.
Appoggiava una mano alla bocca e ci mandava un bacio.
Infilava in ogni catenella un pezzettino di cuore e
sognava per noi una vita romantica
quanto la sua.
Profumo di rose, di pane sfornato, parole delicate,
urla di bambini e tanta musica.
 
Sta per piovere
ma per magia la tovaglia resterà candida e nel giro di poco anche asciutta.
Cotone leggero e crochet?
Macchè!
PVC!
 Aspettiamo che smetta, facciamo merenda con una focaccia e poi a raccogliere rose.
Questo è il mio lavoro nonna.
 Quello di promuovere i miei clienti,
di scattare per loro immagini,
di organizzare corsi ed incontri,
di circondare le persone di cose belle.
Vorrei averti qui

Il tuo sogno si è avverato!

 Finalmente i lavori del mio laboratorio sono conclusi.
Una pitturatina e dalla settimana prossima grandi novità!
Per essere aggiornati
potete visitare anche la pagina Facebook
 Giato Salò
Gianly