Domenica 7 aprile
 si è tenuta la tanto attesa manifestazione
 organizzata alla perfezione da Simonetta Chiarugi,
per il comune di Celle Ligure.
Simonetta non ha bisogno di presentazione,
 ma per chi si fosse sintonizzato da poco nel
web è la mamma del blog ABOUT GARDEN
 e nota firma di articoli e immagini dedicati al verde
delle più autorevoli riviste di settore in Italia ed all’estero.
Numerosi gli incontri, le conferenze, i workshops,
 le dimostrazioni e le bancarelle di espositori provenienti da ogni dove.
Non è mancata una passeggiata botanica
 accompagnati da Simonetta e dal Dott. G.Minuto
 alla scoperta e raccolta del Prebuggiun Cellasco.
Un mazzolino di sette erbe spontanee lo compone:
  e con l’intento di riscoprire gli usi e le tradizioni 
e non essere dimenticato,
è stato interpretato per noi dallo Chef Bruno Cantamessa
Ingredienti:

Pulire il Prebuggiun e lessarlo in acqua salata. 
Colare e strizzare bene le erbe e tritarle.
Saltare in padella facendo asciugare bene il composto con lo spicchio d’aglio intero
 (che poi andrà tolto). Far raffreddare.

                      
Incorporare la cagliata di casa, un uovo, il trito di basilico, 
prezzemolo, pinoli, timo e maggiorana e il parmigiano. 
Regolare di sale.

 

Amalgamare il composto, rendendolo liscio e omogeneo. 
( se vi sembrerà troppo molle, aggiungete ancora un poco di formaggio grattugiato).
Coprire e mettete a riposare in frigo per 15 minuti circa.
Farcire le crepes con il composto chiudendole a mo di ventaglio; 
(per questa operazione basta posizionare il ripieno in un angolo,
 piegare in due e poi ancora in due. 
 
 

Scaldare il forno a 200° C. 
Sistemare le crespelle in una teglia imburrata, 
distribuire sopra la formaggetta di capra (o pecora) a piccoli pezzetti,
 una spolverata di formaggio grattugiato, 
infornare  e cuocere per circa 10 minuti, 
finchè si sarà formata in superficie la classica crosticina dorata
Servire le Crespelle calde, 
decorando a piacere con qualche erbetta di campo.
Delizioso!
Gianly 
Vi suggerisco un libro da leggere e conservare,
  “Sette Buone Erbe Cellasche, il prebuggiun della tradizione…”, 
 racconta storia, curiosità, valenze erboristiche e culinarie
scritto dal Dott. Agr. Giovanni Minuto e Simonetta Chiarugi.

Il particolare prebuggiun cellasco è protetto e contraddistinto dal logo depositato.