Ci sono poesie che si scrivono da sole,
ogni anno,
in aprile.

E’ il suo profumo inebriante a dare l’avviso,
quando il cielo è azzurro.
Inizia così la magia del tempo lento,
seduti sotto la pergola a raccontare le nostre storie.
Ancora una volta stupiti.

 

 

Ho scoperto che potevo mangiare i fiori del glicine da bambina,
quando ho atteso fino a sera di morire, credendo fossero velenosi.
Lo sono invece i frutti ed i baccelli e sconsiglio di fare esperimenti!

 

Vi affido la mia ricetta, fatene buon uso!
Gianly